Bildcode: 22281

Sedia di Satamon

La decorazione interna prevede un'unica scena speculare, sopra c'è un disco solare alato con geroglifici che fanno riferimento a Horus, sotto c'è una pergola dal cui soffitto pendono fiori di loto aperti alternati a boccioli; dentro la pergola c'è una figura femminile, Satamon, figlia del sovrano, ha una treccia trattenuta da un nastroche termina sulla fronte in una protome di gazzella; sopra la testa c'è il geroglifico della pianta del papiro, simbolo di fecondità e rinascita; ha una gonna trasparente ondulata; in una mano ha il sistro, nell'altra la collana menat (i due oggetti che servivono alle donne come strumenti musicali nel corso delle processioni in cui il simulacro della divinità veniva portato fuori dal tempio, il suono doveva mandare via gli spiriti maligni); ha orecchini, collana e bracciali; davanti ha una fanciulla che le porge un vassoio con una collana, lei ha un nastro, orecchini, collana, bracciali e gonna lunga, in testa ha un oggetto rettangolare (forse un panetto di profumo); all'interno dei braccioli quattro donne porgono vassoi con anelli d'oro, in testa il geroglifico della pianta del papiro; all'esterno dei braccioli, a destra ci sono il dio Bes che suona il tamburo, la dea Toeris e un secondo Bes che danza con i coltelli; a sinistra, tre figure di Bes, due suonano il tamburo, l'altra danza con i coltelli; Gambe della sedia a forma di zampe di leone; davanti ai braccioli ci sono due teste femminili, con collana e corona. La decorazione, soprattutto per le figure di Bes e di Toeris, rimanda all'universo feminile egizio. satatom, loro nipote, aveva messo questa sedia in questa tomba come dono durante il loro funerale.

Suchfilter


Suche